PIELLE LIVORNO 57 – Libertas Montale 64

 

La PIELLE SBATTE CONTRO MONTALE disputando una partita troppo contratta, ragiona occasionalmente contro la zona presentata dalla squadra ospite, si innervosisce, sbaglia molto al tiro da fuori, ma anche tiri di facile realizzazione da sotto, perde palloni banalmente.

Parziali: (12-21 ; 19-13 ; 16-18 ; 10-12) Statistiche di gara

Tabellini: Marco Massoli 3, Vittorio Bertolini 1, Francesco Burgalassi , Malvone 6, Federico Giannetti, Kevin Cianetti, Capobianchi 6, Dell’Agnello 11, Sidoti 9, Matteo Vannini , Anto Nello Venditti, Buzzo 21.

Montale dimostra di essere una buona squadra, fa sua la partita meritatamente grazie ad una difesa sempre attenta, ordinata ed un attacco caratterizzato da una circolazione di palla costante che gli ha permesso di trovare soluzioni in ritmo ed ad alta percentuale.

Nel presentare la partita ed il “nuovo campionato alle porte…”, i play-off, venerdì, avevamo parlato della necessità per i bianco azzurri di produrre prove corali, determinate ma lucide, impulsive ma anche ragionate.
Estro in contropiede, intensità ma anche disponibilità a giocare assieme appunto, a far muovere la difesa, a fare il giusto smarcamento, a produrre il corretto blocco nel giusto tempo, “a saperlo prendere”, ad avere più pazienza limitando le frenesie, a PARTECIPARE costantemente all’azione senza perdersi in pause (chi è senza palla).
Gli attacchi si migliorano facendo muovere la difesa, traendo vantaggio dalla circolazione di palla consegnando al compagno che prende il tiro la somma dei vantaggi ottenuti.

Se non facciamo canestro dalla lunga, dobbiamo tornare ad investire in questa sommatoria e nell’impegno di tutti a produrre questo vantaggio cercando delle soluzioni più vicine a canestro se le nostre percentuali da fuori sono deficitarie. Possibilmente ragionate. Ricordandoci anche l’importanza dell’equilibrio difensivo!

Purtroppo così non è stato.
Peccato, può succedere.

Detto questo, certamente ottimo è stato l’impegno e la dedizione di tutti con una discreta prestazione difensiva che se ha ben coperto le soluzioni in area, non bene ha fatto sulle soluzioni dalla lunga concedendo soprattutto a Della Rosa troppo spazio.

Al termine della gara leggiamo 13/28 al tiro da due con 6/35 da tre punti, condito da un 13/27 ai liberi.

Poco da dire.

Degna di citazione a nostro vedere la prestazione di Andrea Malvone, inesauribile in difesa, con 7 rimb e 6 punti segnati e scelte giuste.
Tommaso Buzzo certamente il più produttivo in attacco con 21 punti e buone percentuali purtroppo ha all’attivo anche 6 palle perse (due banali in totale perdita di controllo del corpo), così come Tommaso The-Flower Dell’agnello 11 punti e 4 palle perse ed eccessi di attacco in palleggio quando la si poteva “far viaggiare”…migliorare un contropiede o magari migliorare un attacco a difesa schierata.
Andrea Capobianchi e Francesco Sidoti sono piaciuti per la determinazione (Andrea meno per l’1/8 ai tiri liberi e Francesco altrettanto per lo 0/7 da tre).
Ripetiamo, può succedere di avere cattive percentuali di realizzazione, non di assecondare costantemente le proprie impulsività e di smettere di giocare assieme.

Nonostante tutto la Pielle ha avuto la possibilità di vincerla, in più circostanze, non ha mai sfruttato l’inerzia a favore sopendola sul nascere per appunto demeriti personali o nervosismi (vedi anche tecnico a Dell’Agnello).

Non possiamo non ribadire, il contributo di tutti i presenti sugli spalti, un tifo incessante, costante, ci piace ricordarlo, MATURO.
Davvero una SPLENDIDA CORNICE di pubblico che non smette mai di sorprendere!

Il nostro campionato è partito in salita ma la PALLACANESTRO LIVORNO è abituata a soffrire, torniamo a GIOCARE come sappiamo, con determinazione e serenità, intelligenza e disciplina tattica, andiamo a vincere a Montale!

Forza ragazzi! Forza Pielle!

#ForzaPielle #FinoAllaFine #TifosiSportiviRebels #Uniti #TifosiInTrasferta#SoloPielle!