Dopo Legnaia, arriva Altopascio…


PIELLE LIVORNO – Bama Altopascio: 66-64



PIELLE: Creati 4, Di Sacco, Burgalassi 6, Malvone 12, Navicelli 7, Bertolini 22, Portas
Vives ne, Falconi 10, Marrucci, Benini 5, Dell’Agnello ne, Loni ne. All. Da Prato, Fini.
Parziali: 24-20, 34-28 (10-8), 51-52 (17-24), 66-64 (15-12)

segui le statistiche…..


Andrea Malvone, sia benedetto. Lui. Lo scippo ai danni di Baroncelli e il ‘tap-in’ che gli dei del basket hanno deciso di spingere sul fondo della retina. Dall’altra parte del campo l’ex Libertas Liburnia, Maurizio Pantosti (giocatore miglioratissimo, maturo, senza dubbio uno dei migliori sul parquet con una serie di penetrazioni vincenti in equilibrio precario…), è stato l’ultimo a mollare la presa, lottando anche sull’ultimo possesso che, tuttavia, la PIELLE LIVORNO ha fatto suo prendendosidue, pesantissimi, punti. Un match ruvido, viziato dai 40 minuti di difesa a zona schierati da Altopascio per fronteggiare i lunghi biancoazzurri e per le ridotte rotazioni a disposizione di coach Novelli (out De Falco e l’ex Orsini). Di contro la Pielle ha dovuto fare i conti con una domenica
storta sotto numerosi aspetti, un pizzico nervosa, e risolta grazie a tante piccole buone
cose sparse in un mare di cifre negative, in primis la percentuale ai tiri liberi. Appena 7/18,
oltre alla cattiva gestione di alcuni possessi che, ad un minuto dalla fine, hanno permesso
a Riccio e compagni di mettere il muso avanti sul 63-64, in attesa delle giocate del “Barba”
Malvone. Rispetto alle precedenti uscite, prestazione sopra le righe per Roberto Bertolini autore di
22 punti e 13 rimbalzi. Doppia cifra anche per Luca Falconi (10) e contributo di capitale
importanza per Alberto Navicelli in un momento topico della gara.
Prossimo appuntamento fissato per domenica prossima, ancora sul parquet del Pala
Macchia contro il Basket San Vincenzo (ore 18). La caccia al secondo posto continua.