La sconfitta di Legnano è oramai nel cassetto. E la UNICUSANO PIELLE LIVORNO, da martedì, ha posto il proprio focus sulla Paffoni Omegna, avversario della 9° giornata del campionato di Serie B Old Wild West.
Partita ruvida, se ce n’è una, per i ragazzi di coach Marco Cardani, visto che la formazione piemontese, diretta dal labronico Daniele Quilici (ex Don Bosco), si presenterà a Livorno forte del largo successo interno ottenuto la scorsa settimana contro Gema Montecatini. Quasi sicuramente la Fulgor dovrà privarsi del proprio totem, nonché uno dei migliori pivot del campionato, Jacopo Balanzoni (ernia), mentre sono da valutare le condizioni di Picarelli (assente nell’ultima partita).

Tutto ciò rende Omegna un avversario atipico, con Marco Torgano (ala grande) attualmente il miglior tiratore da 3 punti del girone A. Sul perimetro il mix di gioventù ed esperienza di Antelli e Minoli rappresenta una delle principali armi offensive, così come la fisicità di Marini, Markovic e Solaroli. Dalla panchina attenzione alla serenità under di Segala (ex Cecina) e Bogunovic (classe 2004), quest’ultimo con minutaggio in crescita a causa dell’assenza, appunto, di Balanzoni. Insomma, per la Unicusano partita difficile se ce n’è una.
In casa Pielle nessun problema di formazione, con Michele Rubbini recuperato al 100 per 100.
La società biancoblù, in occasione del match vs. Omegna, ospiterà una delegazione di giocatori dell’Unione Sportiva Livorno 1915, club con il quale condivide il title sponsor Unicusano.