Scocca l’ora del derby. Già di per sé una sfida che fa storia a sé, figuriamoci nel giorno che, verosimilmente, si raggiungerà il record di spettatori ogni epoca (si va verso le 6mila presenze).

Di fronte la UNICUSANO PIELLE LIVORNO e la Libertas 1947 (palla a due ore 18:00, Modigliani Forum), attualmente in cima alla classifica (a quota 18 punti) assieme a Vigevano, sconfitta proprio dai ragazzi domenica scorsa sul parquet del Pala Macchia.
Una gara atipica, dicevamo. Con la consapevolezza, per la Pielle, che Libertas è stata costruita per il salto in A2 e quindi sulla carta favorita. Nel mirino di Marco Cardani, dunque, le infinite qualità del team guidato dal collega Andreazza, a cominciare dal gioco interno di Fantoni, Fratto e Sipala (e Lucarelli) fino alla perimetralità di Forti, Ricci, Saccaggi e Bargnesi, quest’ultimo capace di rifilare alla corazzata Vigevano la bellezza di 24 punti. Non c’è, dunque, un osservato speciale, ma probabilmente la squadra più forte del girone per fisicità e qualità dei singoli.
In casa Pielle nessun problema di formazione e anzi, come dicevamo, una gran voglia riscattare la sconfitta nel derby di Supercoppa. Gran ritmo durante tutti gli allenamenti, perché sull’intensità e sulla corsa Piazza e compagni hanno costruito le 9 vittorie (su 10) conquistate fino ad oggi. E seguendo questo imprinting la Unicusano proverà a sorprendere una squadra, ribadiamo, composta da fior di campioni con lunghe militanze in A2. Esperti e grandissimi conoscitori delle numerose dinamiche che si possono creare all’interno di una partita stessa.