La UNICUSANO PIELLE LIVORNO dimentica la sconfitta patita all’esordio sul campo di Montale e supera nel finale la coriacea Tarros Spezia per 85-81.

Partenza a razzo degli uomini di coach Andrea Da Prato (29-14 al 10’), che sorprendono gli ospiti grazie alle triple del neo acquisto Borko Kuvekalovic e a una circolazione di palla da manuale del basket. Il trend prosegue nel secondo periodo (+23 il massimo vantaggio), quando però Spezia con Casoni e l’ex Loni piazza un break di 0-11 (50-38 alla pausa lunga).

La rimonta della Tarros prosegue nel cuore della ripresa, ma la Unicusano di cuore e voglia (tanta) chiude la pratica con le triple di Alessio Iardella e Tommaso Tempestini a un minuto dall’ultima sirena. Fuori del Pala Macchia, tifo incessante per 40 minuti di oltre 50 sostenitori biancoazzurri. Beh, se non è questa la magia di una fede meravigliosa e tra le più longeve del panorama cittadino. Fino alla fine!

UNICUSANO PIELLE LIVORNO – Tarros Spezia: 85-81
PIELLE: Creati 5, Iardella 20, Kuvekakovic 17, Burgalassi, Pirone ne, Nannipieri ne, Congedo 2, Tempestini 14, Dell’Agnello 9, Zeneli 9, Lemmi 9, Portas-Vives ne. All. Da Prato.
TARROS: Bolis 13, Gaspani ne, Suliauskas ne, Loni 11, Menicocci 8, Preci ne, D’Imporzano ne, Cozma ne, Fazio 5, Casoni 20, Kibildis 22, Leporati 2. All. Bertelà.
Arbitri: Natucci di Bagni di Lucca e Panicucci di Ponsacco
Parziali: 29-14, 50-38, 68-60, 85-81